Registrazione, convalida e collegamento ad un hosting di un dominio internet

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 LinkedIn 0 Filament.io 0 Flares ×

La registrazione di un nuovo indirizzo su internet è un’operazione che fa certamente gola a blogger, commercianti online ed imprenditori: in questo articolo cercherò di spiegare come sia possibile effettuare questo tipo di operazioni in tre semplici passi.

Introduzione.

Distinguiamo, anzitutto, due tipologie di domini ed i relativi costi:

  • domini di secondo livello: sono quelli personalizzabili dall’utente in base alla disponibilità. Esempio: miosito.est, dove est può essere it, com, net, biz ecc.
  • domini di terzo livello: che sono disponibili gratuitamente presso svariati provider (qui una lista aggiornata di oltre 30 hosting dove è possibile registrarli senza pagare nulla). Esempio: mionome.altervista.org, altromionome.altervista.org ecc.

Ovviamente quello che ci interessa, in questa sede, è relativo soltanto ai siti di secondo livello: spiegherò la procedura relativamente all’hosting Keliweb, ma in realtà potete seguire questa falsariga per registrare qualsiasi dominio su qualunque altro provider di web hosting.

Fase 1: registrazione il nome internet.

Registrazione del nome a dominio: dovrete inserire il nome desiderato ed associarvi un’estensione dalla home. Questa fase non richiede alcuna competenza specifica: dopo aver dato uno sguardo al listino prezzi per le vostre estensioni, scegliete il nome con attenzione e cliccare sul bottone di conferma. A questo punto le cose possono cambiare leggermente a seconda del provider che avete scelto ma, in generale, rimangono i seguenti punti fissi:

  1. dovrete inserire la vostra anagrafica perchè il registrant di dominio possa convalidarla (nome, cognome, indirizzo, recapito telefonico, città)
  2. dovrete confermare il pagamento mediante sito con Paypal, bonifico bancario, carta di credito o di debito.

Sto realizzando un sito su commessa, devo indicare l’anagrafica del cliente o la mia? Si suggerisce in questi casi di farsi dare i dati dal cliente per la registrazione del dominio, a meno che non abbiate accordi differenti con lo stesso o con la web agency.

Non voglio inserire i miei dati personali per ragioni di privacy: sono obbligato a fornire anagrafiche reali? Sì, ai provider è richiesto di ricevere anagrafiche di persone reali, aziende o enti pubblici. Se volete tutelare la vostra privacy potete utilizzare un servizio di privacy whois, che viene offerto per pochi euro all’anno in più come sovrapprezzo sul dominio: esso impedirà ad occhi indiscreti di conoscere la reale intestazione del dominio. Su certi provider viene anche offerto gratuitamente per i primi anni di hosting o di registrazione del nome su internet.

Posso pagare con una carta prepagata (ad esempio PostePay)? Solitamente sì, anche qualora non sia esplicitamente indicata. In generale i pagamenti identificati dal circuito VISA sono abilitati a ricevere pagamenti mediante PostePay.

Posso modificare il nome di dominio dopo averlo acquistato? No, in genere non sarà possibile cambiarlo in seguito, dovrete necessariamente registrare un nuovo nome e quello errato rimarrà pagato, e generalmente non rimborsabile, per almeno un anno.

Come fare se un dominio che vi piace non fosse disponibile (occupato o registrato da altri)? Dovrete attendere la sua scadenza e provare ad aggiudicarvelo entro 30 giorni, ammesso che non venga rinnovato, oppure potete provare ad aggiudicarvene uno a vostro piacere da una delle tantissime aste di domini presenti sul web come, ad esempio, NameDrive oppure HostPoint oppure Sedo.

Fase 2: convalida della registrazione.

Convalida, dovete aspettare che arrivi una e-mail di notifica e che il dominio diventi effettivamente attivo: di solito entro qualche ora sarà possibile averlo a disposizione per configurarlo.

Fase 3: collegare l’hosting al dominio.

Collegamento ad hosting cioè bisogna configurare i DNS (oppure i Name Server: sono procedure ben distinte ma del tutto equivalenti in termini pratici, chiedete al vostro hoster come procedere, nel caso) e poi impostare uno spazio web su cui inserire il file del vostro sito. Questa operazione si effettua tipicamente mediante FTP: se necessario dovrete configurare il database, le caselle di posta personalizzate (se le avete comprate), e sarete pronti a configurare e mettere online il vostro sito.

Alcuni approfondimenti a tema:

  1. Configurare un sito con i name server
  2. Configurare un sito con i DNS
  3. Guida ai record DNS
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 9.3/10 (3 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)
Registrazione, convalida e collegamento ad un hosting di un dominio internet, 9.3 out of 10 based on 3 ratings
Posted in FAQ Tagged with: , , , , , , ,

Leave a Reply

Your email address will not be published.