Il webspam va segnalato all’ICANN?

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 LinkedIn 0 Filament.io 0 Flares ×

No, perchè ICANN è un ente privato e no-profit per il coordinamento tecnico dei sistemi di nomenclatura e di numerazione di Internet. I contenuti di un messaggio di posta elettronica, di un file ftp o di una pagina Web non hanno relazioni con il nome a dominio assegnato, quindi non rientrano nel raggio d’azione di realizzazione delle policy di ICANN. In caso di problemi relativi al modo in cui un utente utilizza Internet, è necessario discuterne direttamente con quella persona o con il provider di servizi Internet adatto, oppure ancora con l’agenzia governativa adatta, a seconda delle circostanze.

Se si ritiene che i propri dati Whois siano stati usati per risalire ai dati dell’indirizzo per l’invio di messaggi spam, incoraggiamo a presentare reclamo al registrar. L’utilizzo dei dati Whois per l’invio di spam è una violazione delle condizioni di utilizzo dei dati Whois per ogni registrar accreditato ICANN. In generale, se i contenuti sono di natura illegale o se si ritiene di ricevere spam in violazione della legge, potrebbe essere necessario richiedere una consulenza legale e/o segnalare le proprie preoccupazioni alle forze dell’ordine di competenza.

Se desiderate segnalare dello spam a Google, invece, potete ricorrere a questo link.

(Fonte principale: ICANN)

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)
Posted in FAQ Tagged with: , , ,

Leave a Reply

Your email address will not be published.