Il mercato dei nuovi Domini

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 LinkedIn 0 Filament.io 0 Flares ×

Oggigiorno, comparire sulle pagine di ricerca di Google è fondamentale, se poi riusciamo ad apparire sulla prima schermata (fra i primi dieci risultati) ancora meglio. Il colosso di Mountain View è protagonista assoluto, da anni, del web e di Internet, con pochi rivali. Ora, sul mercato, si introduce una nuova variabile davanti alla quale si attende ancora come risponderà Google: i nuovi Domini. Si tratta delle nuove estensioni degli indirizzi Internet, non più solo .it o .com o .net e via dicendo, ma anche personalizzate.

Ebbene, il punto è che da una parte in questo momento uno dei principali punti interrogativi relativi al valore aggiunto rappresentato dall’assicurarsi un particolare dominio è proprio il posizionamento sui motori di ricerca.

Attualmente la situazione sul mercato è la seguente:

  • ci sono una ventina di domini che si chiamano gTLD creati fra il 1985 e il 2011, che comprende tutte le estensioni più note: .com, .net. .org, .biz, .info;
  • il 90% del mercato è però rappresentato dai ccTLD, che sono domini di primo livello con l’estensione rappresentata dall’identificazione del paese: in pratica quelli come il .it;
  • ora, a partire dall’inizio del 2014, sono disponibili i nTLD, ovvero le nuove estensioni.

In base alle stime che circolano, nel triennio 2014-2016 si attendono sul mercato circa 700 nuovi domini. L’interesse dei big della tecnologia si è già accesso. In Italia uno dei migliori provider per registrare un dominio è Keliweb, che offre dalla sua un servizio di grande livello e una continua assistenza al cliente.

Vincenzo Abate

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 1.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)
Il mercato dei nuovi Domini, 1.0 out of 10 based on 1 rating
Posted in Hosting, Notizie Tagged with: , ,